News

BabyHeART - Advanced Digital Medicine: la Medicina Digitale al servizio della PMA

25 maggio 2021

Il nuovo contesto socio sanitario in cui le restrizioni e il distanziamento sociale hanno cambiato il modo di relazionarsi, ha tracciato la strada verso una veloce digitalizzazione e ha fatto emergere esigenze e opportunità.

Nell’ambito della PMA, i dati di una survey* sulla telemedicina confermano infatti che la maggior parte dei medici è soddisfatta dell’utilizzo della telemedicina e tutti gli intervistati affermano che un’app specifica per la PMA, dedicata alla comunicazione medico-paziente, è uno strumento molto utile.

IBSA ha colto l’opportunità e ha prontamente investito sulla Medicina Digitale per offrire un supporto innovativo a pazienti e coppie, che intraprendono il percorso della PMA, e ai Centri a cui le stesse si rivolgono.

IBSA lancia BabyHeART – Advanced Digital Medicine, un’App sviluppata in collaborazione con Advice Pharma, società italiana che sviluppa soluzioni innovative di ingegneria informatica e fornisce servizi in ambito medico-scientifico. 

L’App si avvale di una tecnologia conforme alle normative per il Data Management con l’obiettivo di garantire a medici e pazienti i massimi standard di sicurezza e tracciabilità dei dati nel lungo termine.

Questa tecnologia ha permesso l’integrazione dell’app con Meditex, la soluzione utilizzata a livello internazionale per la gestione delle cartelle cliniche dei pazienti, delle terapie e diagnosi nell’ambito della PMA.

L’App BabyHeART soddisfa quindi la necessità delle pazienti e delle coppie di avere, con il centro medico di riferimento, un canale di comunicazione efficace.

È molto semplice da utilizzare, consente la condivisione digitale di esami e documenti, offre la possibilità del teleconsulto e la possibilità per la paziente di avere direttamente sull’App il piano terapeutico. 

Inoltre soddisfa la necessità del centro medico di ottimizzare la gestione e l’archiviazione dei dati clinici tramite canali certificati, ottenendo così un risparmio di risorse. 

Tutto ciò permetterà di minimizzare l’errore di somministrazione dei farmaci, ridurre gli accessi al Centro e la perdita di giornate lavorative, facilitando la gestione e il percorso di PMA delle coppie. 

“Siamo lieti di essere i primi a offrire questo importante supporto ai centri di PMA e ai loro pazienti. Siamo convinti che questo progetto segnerà una svolta nella relazione medico-paziente e agevolerà il percorso di PMA con la soddisfazione di tutte le Persone coinvolte” - afferma Sharon Gulisano Senior Product Manager - Human Reproduction.

 

*Fonte: Advice Pharma - Indagine condotta su clinici specializzati in Tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) di strutture pubbliche e private di 13 regioni sull’utilizzo della Telemedicina in seguito all’emergenza sanitaria COVID-19.

Condividi sui tuoi canali social