Awareness campaign

Al via la campagna di sensibilizzazione sull'Osteoartrosi

intratesto

Si è tenuta oggi a Milano la conferenza stampa di lancio della Campagna nazionale di sensibilizzazione “Not a Good Moarning?” un’iniziativa promossa da IBSA Italy, con il patrocinio di ANMAR e della Città di Milano, nata per informare e sensibilizzare la popolazione sui sintomi dell’osteoartrosi.

La campagna punta a evidenziare i sintomi spesso sottovalutati di questa patologia e a portare in piazza, nel cuore delle città, il tema della prevenzione e della conoscenza della malattia, non sempre così nota.

Uno dei sintomi, spesso ignorato, è il primo campanello di allarme: la rigidità mattutina che i pazienti sperimentano dopo periodi di inattività prolungata e che la campagna ha simbolicamente rappresentato attraverso una statua raffigurante una donna “pietrificata” mentre si alza dal divano nelle prime ore del mattino.

L’installazione, che verrà posizionata in Piazza XXV Aprile a Milano dal 9 al 12 maggio, farà tappa anche a Roma, dall’8 all’11 giugno, e a Napoli, dal 14 al 17 giugno, per portare il suo messaggio di consapevolezza ad un pubblico sempre più ampio. Accanto alla statua, saranno presenti totem informativi che forniranno indicazioni sulla patologia e un QR Code che indirizzerà i cittadini al sito internet della campagna dove potranno trovare ulteriori approfondimenti sull’artrosi, i suoi fattori di rischio, le raccomandazioni sullo stile di vita e gli esercizi che possono aiutare a gestire questa condizione.

Conferenza Stampa Not a Good Moarning?

La conferenza stampa di lancio, moderata dalla giornalista di SKY TG24 Raffaella Cesaroni, ha visto la partecipazione di alcuni specialisti esperti del settore, come Mario Vetrano - Professore Associato di Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Università Sapienza di Roma, Andrea Reggiani - Socio fondatore Associazione Nazionale Fisiatria Interventistica (ANFI), e di una rappresentanza del mondo dei pazienti con la presenza di Silvia Tonolo, Presidente ANMAR ODV - Associazione Nazionale Malati Reumatici. L’incontro è stato l’occasione per fare un punto sull’osteoartrosi e ribadire l'importanza del riconoscimento precoce dei sintomi per una diagnosi tempestiva e una corretta presa in carico dei pazienti.

Ospite d’eccezione della conferenza, il pluricampione olimpionico di nuoto Massimiliano Rosolino che, portando la sua testimonianza e la sua esperienza, ha fatto luce sull'importanza dello sport nella prevenzione delle patologie articolari.

"Lo sport è stato per me una vera e propria scuola. L’approccio e il confronto avuti sin da giovane con i medici specialisti come fisioterapisti e nutrizionisti, mi ha permesso di comprendere l’importanza della prevenzione e di arrivare ad oggi in un buono stato di salute articolare. In generale, per preservare il benessere delle articolazioni, è fondamentale il movimento. Alcuni tipi di allenamenti, come quello funzionale, sono utili a mantenere uno stato di benessere delle ossa e articolazioni nella quotidianità. Sono sempre più convinto del fatto che la curiosità nel praticare diverse discipline, alla ricerca di ciò che ci possa far star bene, sia uno dei segreti per mantenere il proprio fisico in forma il più a lungo possibile. Con il passare degli anni è importante praticare esercizi che preservino la propria coordinazione e flessibilità e che permettano di mantenere un buon grado di forza e attività cardiovascolare", afferma Massimiliano Rosolino.

Attualmente non esistono cure definitive per l'osteoartrosi ma ci sono diverse opzioni terapeutiche che possono contribuire a gestire al meglio la patologia rallentandone la progressione. Il trattamento dell'osteoartrosi si basa su un approccio graduale e flessibile, che mira a controllare il dolore e rallentare il processo degenerativo articolare. In parallelo, adottare uno stile di vita sano, con una dieta equilibrata e un'attività fisica regolare – come sottolineato da Massimiliano Rosolino - è fondamentale per migliorare la qualità della vita.

Leggi il comunicato stampa qui.

Conferenza Stampa | Not a Good M𝘰𝘢rning?