News

IBSA: Luca Crippa e Tania Pirazzini intervistati da Aesthetic Insigths, il mercato dei filler è già in ripresa

03 marzo 2021

Nel corso degli anni il mercato dei filler dermici ha registrato una continua crescita a livello globale dovuta ad una crescente prevalenza e consapevolezza dei problemi estetici. D'altra parte, la pandemia da COVID-19 ha messo a dura prova il comparto della medicina estetica.
All'inizio dello scorso anno, infatti, Medical Insight stimava che il mercato estetico globale sarebbe cresciuto dell'11%, passando da un fatturato di 12,5 miliardi di dollari nel 2019 a quasi 14 miliardi di dollari nel 2020. Nel gennaio 2021, la stessa rivista ha reso noto che le vendite del 2020 sono arrivate ad appena 10,5 miliardi di dollari, con un calo di circa il 15% del fatturato.

Mentre la pandemia entra nel suo secondo anno, il settore dei filler dermici è già in decisa ripresa. “Non solo il mercato globale dei filler dermici è in ripresa, ma anche la demografia dei pazienti sta cambiando. – Afferma Luca Crippa Managing Director & CEO di IBSA Farmaceutici - I Baby Boomers sono ancora il motore del mercato: cercano interventi importanti e cercano un look diverso, più giovanile. La generazione X (persone tra i 40 e i 50 anni), nel frattempo, ha iniziato a vedere le rughe e vuole rallentare il processo di invecchiamento. Le generazioni più giovani, compresi i Millennials, hanno obiettivi diversi che includono trattamenti preventivi. Il filo conduttore tra tutte le generazioni è che chiedono un risultato dall'aspetto naturale, attraverso trattamenti poco invasivi con il minor dolore e rischio possibile."

IBSA, Luca Crippa e Tania Pirazzini intervistati da Aesthetic Insights

Per valutare i termini non solo di ripresa ma anche di crescita e sviluppo futuro, bisogna ancora una volta analizzare i dati e guardare i trend in prospettiva. Negli Stati Uniti, per esempio, la quota di consumatori che si rivolgono ai filler dermici è intorno al 2-3%, mentre in altri paesi il tasso di penetrazione è più alto, con la Corea del Sud che raggiunge un picco vicino al 12%. Questo significa che il mercato estetico ha un enorme potenziale, con margini di crescita importanti.

IBSA risponde alle nuove sfide del mercato con prodotti dagli elevati standard di qualità, grazie al controllo dell'intera filiera produttiva: ne è un esempio l'acido ialuronico che è interamente prodotto in Italia.
“Sarà sempre più importante concentrarsi costantemente sugli aggiornamenti scientifici, sulle innovazioni tecnologiche e cliniche per soddisfare le esigenze del mercato. – Continua Crippa - nello specifico, l'innovazione clinica rappresenta l'insieme di iniziative volte a rispondere alle ultime necessità nel rispetto delle esigenze cliniche. Questi sono i concetti chiave che devono essere condivisi al fine di consentire ai professionisti del settore di riconoscere il valore aggiunto delle nostre singole proposte.”

Condividi sui tuoi canali social