La fertilità è definita come la capacità di concepire e generare prole. Laddove questo non accade ci si trova di fronte ad un problema di infertilità, cioè l’incapacità di una coppia di concepire dopo un anno di frequenti rapporti senza l’uso di metodi contraccettivi.
Molte di queste coppie infertili si rivolgono ai centri di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) dove vengono sottoposte a terapia ormonale mirata.

L’area della Riproduzione Medicalmente Assistita riveste particolare interesse per IBSA, che ha messo a punto un’ampia gamma di molecole ormonali che vengono utilizzate nei protocolli di fecondazione assistita.
In particolare, l’ormone follicolo–stimolante (FSH) che serve a far sviluppare un numero adeguato di follicoli e l’ormone luteinizzante (hCG-HP) che serve a completare la maturazione degli stessi.

Le gonadotropine IBSA (FSH e hCG-HP) si attestano come modelli di qualità e si distinguono per purezza e attività specifiche incomparabili nell’ambito delle gonadotropine estrattive, che le rende molto simili a quelle umane.

Infine in un ciclo di Procreazione Medicalmente Assistita, una volta eseguito il transfer è necessario supplementare con il progesterone, ormone prodotto naturalmente dalla donna durante il ciclo ovarico. L’ormone agendo sulla mucosa uterina favorisce l’inizio e il proseguimento della gravidanza.

Il Progesterone IBSA a breve sarà disponibile anche in Italia in una nuova formulazione che, per la presenza di idrossipropil-beta-ciclodestrina, un prodotto naturale utilizzato per aumentare la solubilità del principio attivo, può essere somministrato anche per via sottocutanea e a un dosaggio corrispondente a quello dell’ormone fisiologico, offrendo così allo Specialista un approccio alternativo “naturale” per il proseguimento della gravidanza.

Nota: le informazioni sui prodotti contenute in questo sito e le sezioni riguardanti particolari approfondimenti in tema di salute hanno scopo informativo e sono intese ad incoraggiare e non a sostituire il rapporto tra Medico e Paziente. Le indicazioni fornite sono di carattere generale: cure e terapie personalizzate devono essere prescritte esclusivamente dal Medico Curante.