L’ipotiroidismo è una patologia a carico della ghiandola tiroidea con una prevalenza nella popolazione dell’1.5 – 2%, osservata con maggiore frequenza nelle donne, causato da una carenza di ormoni tiroidei (LT4, levotiroxina e T3, triiodotironina) che si traduce in un alterato funzionamento di molti tessuti e processi metabolici. Nell’ambito del trattamento dell’ipotiroidismo, IBSA ha raggiunto importanti risultati con soluzioni innovative e attente alle esigenze dei pazienti.

La terapia sostitutiva con levotiroxina sodica (LT4) è tradizionalmente il trattamento di scelta nei pazienti ipotiroidei. Nella maggior parte dei casi essa risulta pienamente efficace, tuttavia in una minoranza dei pazienti trattati (5-10%), la qualità di vita non sembra soddisfacente, anche quando i livelli ormonali indicano un buon compenso dell’ipotiroidismo. In tali pazienti si è visto che l’associazione levotiroxina + triiodotironina (LT4+LT3) migliora la qualità di vita. Per questo IBSA ha sviluppato anche una formulazione farmaceutica liquida di triiodotironina (LT3), permettendo allo Specialista di personalizzare la terapia in base alla risposta clinica di ciascun paziente.

La ricerca di terapie sempre più all’avanguardia e vicine ai bisogni dei pazienti ha portato IBSA a lanciare sul mercato nel 2012 una nuova formulazione di levotiroxina sodica in soluzione orale (sotto forma di flaconcini monodose), e più recentemente una ulteriore innovazione rappresentata dalla levotiroxina in capsule molli con dosaggi frazionati, assenti sul mercato e che rispondono in maniera ottimale alle diverse necessità terapeutiche dei pazienti. Queste formulazioni innovative che garantiscono un migliore e più rapido assorbimento del principio attivo, poiché assenti la fase di dissoluzione e le problematiche ad essa correlate, rappresentano una valida opzione terapeutica per tutti i pazienti, compresi quelli con malattie intestinali (celiachia), intolleranza al lattosio o nei casi in cui è presente una alterata secrezione gastrica dovuta ad infezione da Helicobacter pylori o ad inibizione farmacologica da terapie concomitanti (farmaci inibitori di pompa protonica).

A completare l’ampia gamma di proposte terapeutiche, IBSA ha reso disponibili due integratori a base di solo Iodio e solo Selenio in grado di supportare la tiroide in maniera naturale, per ottenere le risorse per il suo funzionamento corretto soprattutto nei casi in cui vi sia una carenza dipendente sia dal luogo di residenza, sia dall’alimentazione, sia dalla presenza di alcune patologie o in gravidanza.

L’impegno di IBSA in ambito endocrinologico si concretizza non solo negli importanti risultati ottenuti nel trattamento di alcune patologie tiroidee, ma anche nel campo dell’endocrinologia della fertilità e della gravidanza, con lo sviluppo di trattamenti ormonali che hanno reso IBSA un’azienda leader nel campo della riproduzione umana.

Nota: le informazioni sui prodotti contenute in questo sito e le sezioni riguardanti particolari approfondimenti in tema di salute hanno scopo informativo e sono intese ad incoraggiare e non a sostituire il rapporto tra Medico e Paziente. Le indicazioni fornite sono di carattere generale: cure e terapie personalizzate devono essere prescritte esclusivamente dal Medico Curante.