News

IBSA Farmaceutici e Marchesini Group: una sinergia che valorizza l’eccellenza del Made in Italy

04 febbraio 2021

Offrire alle persone farmaci nella forma migliore, realizzare prodotti farmaceutici che garantiscano una compliance ottimale insieme alla massima praticità d'uso, nel rispetto assoluto della sicurezza e della sostenibilità: è questa la vocazione di IBSA. Il rispetto di questa mission richiede tecnologie d'avanguardia, creatività e capacità innovativa, intuizioni brillanti che scaturiscono da una continua ricerca delle esigenze dei pazienti.

Fu proprio un'intuizione del Fondatore di IBSA Group, Arturo Licenziati, che consentì a IBSA Farmaceutici di rilevare, sul mercato italiano, un piccolo stabilimento sito a Lodi, ormai prossimo alla chiusura e che, quindi, per poter continuare la sua attività necessitava di essere totalmente ricostruito a tutti i livelli: edile, normativo, organizzativo e produttivo.

Lo stabilimento disponeva della tecnologia per la produzione di capsule molli destinata al mercato degli integratori alimentari. “Fedele alla sua mission, Arturo Licenziati ebbe l'idea di utilizzare quella tecnologia per la produzione di capsule molli anche per il mercato farmaceutico, – ricorda Alessandro Di Martino, Special Projects Consultant, Technical Operations Department di IBSA Farmaceutici Italia. – E l'intuizione si rivelò giusta, consentendo, dopo una completa rifondazione dello stabilimento, la realizzazione dei primi farmaci in capsule molli".

Oggi, lo stabilimento di Lodi rappresenta uno degli assi portanti di quella che è diventata IBSA Farmaceutici, una realtà di primissimo piano nello scenario farmaceutico nazionale e internazionale, dotata di attrezzature modernissime e ad alta tecnologia destinate a produzioni molto specifiche.

Uno dei fattori strategici grazie ai quali IBSA è in grado di affermarsi con produzioni innovative, in aree terapeutiche in continua evoluzione e su mercati tanto diversi tra loro è costituito dalla capacità di creare e potenziare sinergie che valorizzino l’eccellenza del Made in Italy e delle sue aziende. Ciò è stato reso possibile grazie al peculiare rapporto, anche personale, che IBSA e il suo Fondatore hanno saputo costruire negli anni con le aziende fornitrici, basato sulla reciproca fiducia e disponibilità, sulla condivisione di valori comuni di eccellenza e innovazione, nonché di tutti i requisiti tecnologici, operativi e normativi richiesti da una produzione di altissima qualità.

Partnership IBSA Marchesini Group

L’esempio forse più significativo di questo rapporto è rappresentato dalla lunga e proficua collaborazione con il Gruppo Marchesini, una solida realtà produttiva affermatasi nel difficile mercato delle macchine per il confezionamento dei prodotti farmaceutici. Quella tra IBSA e Marchesini è una vera e propria partnership, iniziata alla fine degli anni Settanta e rafforzatasi nel tempo, fino a diventare una sorta di rapporto storico e privilegiato. Quando, nel 1985, Arturo Licenziati lasciò la piccola azienda farmaceutica svizzera Inpharzam, – che era stata creata sotto la sua direzione generale, – per rilevare la IBSA (Institut Biochimique SA) di Lugano e dare il via alla lunga storia di successi imprenditoriali di IBSA Group, egli mantenne il rapporto di collaborazione già instaurato e collaudato con la piccola azienda meccanica del bolognese di proprietà di Massimo Marchesini.

In circa trentacinque anni, IBSA ha acquisito per i propri stabilimenti moltissime macchine e linee di produzione da quello che nel tempo è diventato il Gruppo Marchesini. Allo stabilimento IBSA di Lodi, il Gruppo Marchesini fornisce oggi linee di fabbricazione primaria e di confezionamento secondario ad altissima automazione e tecnologia, pensate e sviluppate su misura per le specifiche esigenze produttive specialistiche e complesse.

Tra i macchinari ad altissima tecnologia recentemente IBSA ha acquistato dal Gruppo Marchesini due apparecchiature personalizzate per l’ispezione automatica di fiale-siringa e per il controllo di integrità di contenitori in vetro di prodotti iniettabili in forma di fiale tradizionali o di flaconi.

Un investimento che va oltre la formulazione: impianti e tecnologie di ultima generazione, che consentono di offrire al paziente la qualità del prodotto.

Condividi sui tuoi canali social