News

IBSA "Farmaci nella forma migliore" per una maggiore aderenza alla terapia


27 settembre 2021

L’aderenza terapeutica è il grado in cui il paziente segue le raccomandazioni del medico riguardo le dosi, i tempi e la frequenza dell'assunzione di un farmaco per l’intera durata della terapia”.

Essa richiede quindi l’accordo e il coinvolgimento attivo del paziente alle raccomandazioni del medico, secondo un modello di alleanza terapeutica. Per tali ragioni, un’inadeguata adesione comporta la perdita di efficacia delle terapie farmacologiche con un forte impatto sugli esiti clinici e sui costi dell’assistenza. Dalle analisi contenute nel Rapporto OsMed 2020 è emerso che in Italia l’aderenza alla terapia registra valori molto bassi con una percentuale di copertura inferiore al 40%2  su pazienti che utilizzano farmaci per le più comuni patologie croniche.

IBSA è un’azienda con una forte vocazione all’innovazione scientifica e tecnologica che ha scelto di impiegare il proprio know-how e il proprio expertise nella ricerca e nello sviluppo della “forma migliore dei farmaci” cioè soluzioni e formulazioni terapeutiche che non siano solo efficaci, ma che abbiano anche il "formato giusto" per i pazienti che quotidianamente devono assumerli. Valorizzare le persone puntando all’umanizzazione delle cure vuol dire proprio questo: focalizzare l’attenzione sui bisogni concreti dei pazienti indirizzando la ricerca e investendo in nuove forme di somministrazione e di rilascio.

Come spiega Andrea Giori, Head of Research & Development di IBSA, l’Azienda è in grado di sviluppare, a partire da principi attivi già noti, farmaci basati su nuove forme di somministrazione e sistemi di rilascio che permettano al paziente una miglior compliance e quindi una maggior aderenza alla terapia. Tra queste nuove forme citiamo:

  • lo sviluppo delle capsule di gelatina molle, che consentono di incapsulare una matrice liquida, in sospensione o in gel, all’interno di un involucro continuo di gelatina molle, migliorando l’assunzione orale del farmaco (odore e/o sapore) superando i problemi di palatabilità;
  • i cerotti medicati che, oltre alla semplicità d'uso, permettono il rilascio costante del principio attivo con un effetto terapeutico che si mantiene fino a 24 ore;
  • ed infine i film orodispersibili (ODF), chiamati anche film orosolubili o film orali, che sono una nuova forma di dosaggio orale, le cui caratteristiche possono migliorare l’aderenza al trattamento delle persone con bisogni non soddisfatti da capsule e compresse. Sono piccoli fogli sottili, flessibili e simili a un francobollo che si sciolgono rapidamente a contatto con la saliva senza bisogno di assumere acqua e pertanto adatti ad anziani e bambini e a tutte le persone con problemi di deglutizione.

"Ciò che guida l’innovazione in IBSA è il paziente: dall’ascolto e dal confronto con i suoi reali bisogni, indirizziamo la ricerca e investiamo in nuove forme di somministrazione e sistemi di rilascio", conclude Andrea Giori.

Le tecnologie messe a punto da IBSA e l’innovazione alla base di esse rappresentano la qualità e l’eccellenza della ricerca scientifica del Made in Italy.

1 di 4
2 di 4
3 di 4
4 di 4

Condividi sui tuoi canali social