News

Guido Guidesi, Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, visita il sito produttivo lodigiano di IBSA Farmaceutici

06 agosto 2021

Lo scorso 23 luglio, l’assessore della regione Lombardia, Guido Guidesi, si è recato nelle principali aziende lodigiane includendo una tappa presso la sede centrale di IBSA Farmaceutici a Lodi per visitare gli stabilimenti di una florida realtà produttiva del settore farmaceutico italiano.

Il CEO e Managing Director Luca Crippa ha accolto l’assessore per un confronto sulle realtà produttive lodigiane, sul ruolo di rilievo che IBSA assume in tale contesto e sull’impegno che l’Azienda rinnova a favore del sistema salute. All’incontro ha preso parte anche il sindaco di Lodi Sara Casanova che ha incontrato i dipendenti e visto da vicino il loro impegno mantenuto costante anche durante tutto il periodo pandemico.

IMG_6490.JPG

IBSA fa ricerca e produce farmaci in Italia e si è affermata nel corso degli anni come una realtà scientifica, economica e industriale di primo piano, sviluppando prodotti che raggiungono i mercati internazionali ed esportando così il made in Italy d’eccellenza in tutto il mondo. L’Assessore Guidesi ha riconosciuto il ruolo e il valore delle attività messe in campo dall’Azienda e il supporto concreto fornito non solo al comparto, ma anche al territorio in termini di investimenti e know how scientifico e tecnologico. Di recente l’Azienda ha infatti annunciato un piano di investimenti da 15 milioni di euro, che testimonia come IBSA non si sia fermata durante la situazione di crisi generata dalla pandemia globale e abbia invece deciso ancora una volta di credere nel nostro Paese e di supportarlo in maniera concreta.

Per concludere l‘incontro, insieme a Luca Crippa, ad Antonio Melli - CFO del Gruppo IBSA -  e Roberto Maglio - responsabile del manufacturing italiano IBSA Farmaceutici- l’Assessore Guidesi ha fatto visita agli impianti produttivi, per conoscere in prima persona l’innovazione e la tecnologia all’avanguardia che contraddistinguono l’Azienda e le consentono di sviluppare “farmaci nella loro forma migliore”, ovvero basati su nuove forme di somministrazione e sistemi di rilascio che permettano al paziente una migliore ed efficace aderenza alla terapia.

Trovate la rassegna relativa alla visita qui

Condividi sui tuoi canali social