Contrastare le patologie osteoarticolari con innovazione e ricerca è l’impegno di IBSA

Contrastare le patologie osteoarticolari con innovazione e ricerca è l’impegno di IBSA

21 June 2019

Terapie mirate con farmaci condroprotettori, antinfiammatori topici e orali ed infiltrazioni di acido ialuronico: è questo uno dei percorsi virtuali attraverso cui condurre il paziente artrosico per contrastare l’insieme delle patologie osteoartrotiche, che affliggono sempre più persone e non solo in età avanzata. Per fare il punto della situazione terapeutica e promuovere ricerca e innovazioni che possano offrire soluzioni efficaci e sicure per la risoluzione delle più comuni problematiche osteoarticolari IBSA ha promosso una giornata di discussione sulla gestione della patologia osteoartrosica intorno alle linee guida internazionali ESCEO. Il simposio si è svolto nella splendida cornice del Chiostro di Santa Chiara, a Napoli.

Due i motivi alla base dell’iniziativa: da un lato la continua attenzione al benessere delle persone, che è la caratteristica principale dell’attività di IBSA, e dall’altro la consapevolezza dell’importanza di favorire il dialogo tra esperti su questi temi. E’ infatti attraverso il confronto e la condivisione che si sviluppa il progresso anche in campo medico e farmaceutico.

Ospite d’onore della giornata l’astronauta Umberto Guidoni che ha parlato del suo “viaggio” a bordo della stazione spaziale e delle implicazioni sulla salute dell’assenza di gravità. Grazie al prof. Jean-Yves Reginster, uno degli ideatori delle linee guida ESCEO, per il prezioso contributo, e a tutti i relatori della giornata, Prof. Alberto Migliore, Prof.ssa Maria Adele Giamberardino, Dott. Giovanni Di Giacomo, Prof. Pietro S. Randelli.

Grazie anche ai nostri partner di Materias, Caterina Meglio e Luigi Nicolais, che sono venuti a trovarci.