PAROLE FERTILI DEBUTTA A TEATRO CON QUASI GENITORI

PAROLE FERTILI DEBUTTA A TEATRO CON QUASI GENITORI

03 December 2019
IBSA-Parole-Fertili.jpg

È stata una serata densa di emozioni e ricca di spunti di riflessione quella di venerdì 29 novembre al Teatro Litta di Milano, che ha visto andare in scena la prima di Quasi Genitori, la pièce teatrale nata da Parole Fertili, il progetto di CSR di IBSA dedicato al tema della genitorialità.

Protagonista della rappresentazione è una giovane coppia che decide di intraprendere il viaggio alla ricerca di un figlio e che si trova a fare ricorso alle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA), affrontando così un percorso irto di incognite e di difficoltà.

I temi chiave della pièce, ovvero l'importanza del racconto e della condivisione della propria esperienza per la coppia che decide di intraprendere il percorso della PMA, le implicazioni psicologiche ed emotive di questo percorso, il complesso e delicato rapporto con il medico e le prospettive offerte dalla medicina narrativa, sono stati al centro del dibattito che ha seguito la rappresentazione teatrale.

Moderato dalla giornalista Barbara Rachetti, il confronto ha visto la partecipazione di Rossella Nappi, Professore Ordinario di Ostetricia e Ginecologia presso l’Università degli Studi di Pavia, IRCCS Policlinico Sanmatteo, Alessandra Razzano, psicologa-psicoterapeuta dell’Ospedale Sant’Anna di Torino, Cristina Cenci, antropologa e ideatrice del progetto Parole Fertili, Luisa Musto, autrice del blog Fertilmente e fondatrice di Strada per un sogno Onlus.

Il dibattito è stato preceduto dall' intervento di Luca Crippa, Direttore Generale e Amministratore Delegato di IBSA Italia, che ha ricordato come IBSA sia cresciuta e diventata una realtà di primo piano nell’ambito scientifico ed industriale italiano grazie ad Innovazione e Qualità, ma anche Responsabilità e Persone. Ed è per questo che progetti come Parole Fertili rappresentano bene l’impegno dell’azienda sul territorio.

Patrizia Puppi, Corporate Communication and CSR Manager di IBSA Italia, ha poi inquadrato lo spettacolo teatrale nel più ampio progetto di Responsabilità Sociale d’Impresa che va sotto il nome di Parole Fertili.

“Bisogna uscire dal web – ha spiegato Patrizia Puppi – e andare oltre perché è fondamentale parlare della coppia anche in altri luoghi, aiutare gli specialisti, incontrare le persone, perché abbiamo bisogno di umanizzare questo percorso della PMA”. Per questo motivo, ha concluso “non ci fermeremo al teatro, andremo avanti. Perché il desiderio di genitorialità è della donna, è dell’uomo, è della coppia, ma dobbiamo farlo diventare un desiderio collettivo, della società. Non è un problema degli altri, ma un problema nostro, di tutti, della comunità”.

Quasi Genitori, infatti, è la tappa chiave di un percorso iniziato nel 2016 come progetto di storytelling digitale attraverso la realizzazione di una piattaforma (www.parolefertili.it) concepita come luogo di incontro e condivisione aperto alle donne e agli uomini che hanno intrapreso il percorso della PMA. Al successo riscosso dalla community online ha fatto eco quello del libro “Parole Fertili. Viaggio alla ricerca di un figlio”, edito nel 2018 da Mondadori Electa. Dopo la piattaforma e la pubblicazione del libro, il teatro, con la sua forza comunicativa e la capacità di suscitare emozioni, ha rappresentato l'evoluzione ideale di un progetto dinamico e in contino sviluppo, che continuerà ad arricchirsi anche in futuro di nuove iniziative.