Il dolore è una condizione difficilmente inquadrabile da una prospettiva generale, trattandosi di una complessa esperienza personale, sensoriale ed emozionale - la sofferenza fisica - associata a un danno reale o potenziale: è proprio la sofferenza legata al dolore la condizione che più compromette l’integrità fisica e psichica del paziente e più preoccupa i suoi familiari. Il diritto al controllo e al trattamento del dolore deve essere garantito a tutti gli individui, indipendentemente da età o malattia: in Italia è la legge n° 38 – 2010 sull’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore ad affermarlo, comunicando espressamente il diritto del paziente a non dover sopportare il dolore e il dovere del medico di trattarlo.

Quando si parla di dolore acuto ci si riferisce a un dolore che si manifesta in risposta a traumi o patologie di varia natura; solitamente arriva improvviso, senza dare la possibilità di rivolgersi tempestivamente a un medico, ed è in grado di esercitare un forte impatto negativo sulla qualità della vita.

La necessità di alleviare facilmente e rapidamente questo genere di dolore è perciò un’esigenza intensamente avvertita da chi ne soffre; IBSA dedica un’attenzione particolare a questo aspetto, ritenendo fondamentale migliorare la qualità della vita dei pazienti anche attraverso un corretta sensibilizzazione al tema del dolore “inutile”.
I FANS sono tra i farmaci maggiormente utilizzati per il trattamento del dolore acuto in molte situazioni, grazie alla loro provata efficacia antidolorifica e antinfiammatoria, ma un’innovazione introdotta dalla ricerca IBSA offre oggi al paziente ulteriori vantaggi.

Nell’Area della Gestione del Dolore, l’impegno messo in campo da IBSA nella ricerca di nuove opzioni terapeutiche è infatti costante, e si traduce sul piano pratico in risposte pronte e personalizzate alle esigenze dei soggetti sofferenti.

Da questo genere di percorso, nel desiderio di mantenere sempre al centro il benessere del paziente, è nata una nuova formulazione sottocute la cui molecola appartiene alla classe farmacologica dei FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei) associata con HPßCD (IdrossipropilBeta ciclodestrine).

La somministrazione sottocutanea è stata resa possibile grazie al raggiungimento di una maggiore solubilità e alla conseguente riduzione del 66% del volume della soluzione iniettabile (1 ml soltanto).

Meno dolorosa e più sicura dell’iniezione intramuscolo, la via di somministrazione  sottocute consente  un’azione rapida del farmaco, è più pratica e di più semplice esecuzione; inoltre la disponibilità dei bassi dosaggi di 25 mg e 50 mg  di analgesico - in aggiunta al 75 mg - garantisce un utilizzo più appropriato pur mantenendo efficacia terapeutica, con l’impiego della più bassa dose efficace del FANS, in accordo con la raccomandazione emessa dall’Agenzia Europea del Farmaco (EMA).

Nota: le informazioni sui prodotti contenute in questo sito e le sezioni riguardanti particolari approfondimenti in tema di salute hanno scopo informativo e sono intese ad incoraggiare e non a sostituire il rapporto tra Medico e Paziente. Le indicazioni fornite sono di carattere generale: cure e terapie personalizzate devono essere prescritte esclusivamente dal Medico Curante.